AW-129

Specifiche Tecniche
Denominazione : AW-129 Mangusta
Tipologia : Elicottero da Attacco
Costruttore : Agusta fino al 2000, AgustaWestland fino al 2005, ora Leonaldo Helicopters
Nazione : Italia
Anno di Produzione : 1983
Dimensioni
Lunghezza Fusoliera : 13.31 m
Diametro Rotore : 11.90 m
Altezza : 3.40 m
Superficie Disco Rotore : 111.22 m²
Pesi
A Vuoto : 1850 kg
Massimo Al Decollo :  4600 kg
Propulsione
2 Torboalbero Rolls Royce GEM 1004
Prestazioni
Velocità Massima : 289 km/h
Autonomia : 660 km (2h 50')
Armamento
Missili Anticarro TOW e SPIKE, missili aria/aria Stinger
Razzi da 70 e 81 mm, Mitragliatrice da 12,7 mm
Storia

Progetto avviato nel 1978, destò molta impressione quando il primo dei cinque prototipi effettuò il primo volo ufficiale il 1983. Il quinto prototipo effettuò il primo volo nel marzo 1986. Si trattava di una evoluzione del concetto del Bell AH-1 Cobra, che utilizzava la configurazione biposto in tandem, ovvero con pilota e copilota/mitragliere/cannoniere allineati e non affiancati. A differenza del Cobra, monomotore, bipala, il progetto, derivato da quello del A109, risultava migliorato, in quanto basato su una configurazione con due motori e rotore quadripala. In seguito ad una esigenza della NATO, che assegnava all’epoca all’Esercito Italiano durante la guerra fredda un ruolo di contenimento delle forze corazzate del Patto di Varsavia, venne sviluppato inizialmente come elicottero anticarro ed armato con missili filoguidati BGM-71 TOW, razzi da 81 mm e con le potenzialità di integrare il missile Hellfire. Sin dalla prima versione, l’A-129 era equipaggiato con sistemi autonomi di navigazione e di visione notturna, in grado di fornire la piena capacità di combattimento notturno e ognitempo. In Europa nessun’altra nazione aveva sviluppato un elicottero da combattimento, benché quasi tutte le principali forze armate avessero una numerosa linea di macchine “multiruolo” armate con missili anticarro.
Nella versione originale Mangusta, è entrato in servizio con l’Esercito Italiano nei primi anni novanta ed ha avuto il suo battesimo del fuoco in Somalia durante l’operazione Restore Hope (1992-1994), compreso il lancio di un missile contro un mezzo italiano sottratto dai somali nello scontro del il 2 luglio . Sempre nella versione anticarro, ma armato anche di mitragliatrici da 12,7 mm installate in appositi pod subalari, ha partecipato alle operazioni in Angola, Albania nel 1997, in FYROM ed in Afganistan (1998-2000). Negli anni ha subito varie modifiche: le principali riguardano l’adozione di un cannone da 20 mm a tre canne rotanti tipo Gatling installato in una torretta sotto il muso, la sostituzione del rotore quadripala con uno a cinque pale, la possibilità di impiegare razzi da 70 mm (oltre a quelli da 81), migliorie all’avionica ed ai sistemi di volo/navigazione notturna, l’integrazione di lanciatori per missili antiaerei FIM-92 Stinger e una nuova colorazione con insegne a bassa visibilità. In questa configurazione, l’elicottero può essere utilizzato come anticarro, ricognizione armata (“Scout” secondo la definizione dell’Esercito Italiano), attacco al suolo, scorta, supporto di fuoco e antiaereo.
Tre A-129 sono stati schierati in Iraq prima del ritiro delle truppe italiane e sono ancora operativi in Afghanistan.
Il nome “Mangusta” fu una trovata commerciale per suggerire la capacità di battere il “Cobra”, nome sia dell’animale che dell’elicottero concorrente nel momento in cui fu sviluppato l’A-129.
L’esemplare esposto, MM 81434 EI 964, ha prestato servizio dal 6 ottobre 2004 al 19 giugno 2018, dislocato presso il 7° RGT. AVES Supporto Aviazione Esercito “Aquila” di base all’aeroporto di Orio al Serio (BG). Ha partecipato a varie esercitazioni e operazioni sul territorio nazionale. Ha collezionato in totale 899 ore di volo e ha sparato 8737 colpi. E’ stato ceduto dall’AVES al Museo di Volandia nel 2019.

kids & family
Più di 1000 mq di aree gioco all’aperto ed al coperto!
scopri di più >
Simulatori di Volo
Guida un aeroplano con i nostri simulatori realistici!
scopri di più >
Area Pic-Nic
Prenditi una pausa nell‘area Pic-Nic
all‘aperto!
scopri di più >

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter