BLERIOT XI

Specifiche Tecniche
Denominazione : Blériot XI
Tipologia : Aereo pionieristico (riproduzione)
Costruttore : Blériot Aéronautique
Nazione : Francia
Anno di Produzione : 1909
Dimensioni
Lunghezza : 7,80 m
Apertura Alare : 8,90 m
Altezza : 2,50 m
Superficie Alare : 15 m²
Pesi
A Vuoto : 300 kg
Massimo Al Decollo :  450 kg
Propulsione
Gnome Omega da 50 CV
Prestazioni
Velocità Massima : 90 km/h
Autonomia : 150 km
Storia

Il Blériot XI è uno dei più celebri aerei della storia dell’aviazione, protagoni- sta della prima traversata della Manica e del primo volo di guerra. L’industriale francese Louis Blériot (1872-1936) iniziò la propria ricerca aeronautica nel 1900 con una serie di progetti, culminati nel Type VIII ter che il 1° novembre 1908 coprì 28 km.
Con la collaborazione di Raymond Saulnier (1881-1964) e di tre operai, Blériot creò quindi il Type XI, un monoplano con fusoliera a traliccio e ali controventate e svergolabili per il controllo laterale. L’aereo iniziò le prove di volo nel gennaio 1909, quando Blériot ricevette il brevetto di pilota n° 1 in Francia. Nei mesi successivi furono installate ali di superficie sempre maggiore ed il motore a tre cilindri da 25 CV dell’italiano Alessandro Anzani (1879-1956).
In questa configurazione Blériot traversò la Manica il 25 luglio 1909, aggiu- dicandosi il premio di 1.000 sterline e conquistando celebrità universale. Nel giro di cinque anni il Type XI fu costruito in oltre 1.500 esemplari in ver- sioni anche molto diverse dal prototipo. Fu prodotto ed impiegato in nu- merosi paesi del mondo, compresa l’Italia. Durante la guerra Italo-turca, il 23 ottobre 1911, il capitano Carlo M. Piazza (1871-1917) su Blériot effettuò una ricognizione su Azizia: era il primo volo di guerra del mondo.
Il 23 settembre 1910 il peruviano Geo Chavez (1887-1910) traversò per primo le Alpi ma si schiantò all’arrivo a Domodossola per il cedimento dell’ala, un problema frequente sui Blériot. Morì tre giorni dopo per le ferite riportate.
Questo Blériot XI è una riproduzione costruita in Svezia da Mikael Carlsson per Giuliano Marini per il 100° anniversario della traversata delle Alpi. Monta il motore rotativo Gnome Omega n° 1057. È in prestito al Museo dell’Aeronautica fino al settembre 2010.

Si ringrazia: Famiglia Marini

kids & family
10 nuove postazioni WII per divertirsi e imparare giocando!
scopri di più >
Simulatori di Volo
Guida un aeroplano con i nostri simulatori realistici!
scopri di più >
Area Pic-Nic
Prenditi una pausa nell‘area Pic-Nic
all‘aperto!
scopri di più >

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter